Celebrazione del Giorno del Ricordo 2024 a Milano con FederEsuli


Il Comitato provinciale di Milano dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e la Federazione delle Associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati collaborano con il Comune di Milano nell’organizzazione delle cerimonie istituzionali del Giorno del Ricordo 2024.

Giovedì 8 febbraio alle ore 12:00 la Presidente del Consiglio Comunale, Elena Buscemi, inaugurerà la mostra “Tu lascerai ogni cosa diletta più caramente. L’esilio dei Giuliano-Dalmati alla fine del secondo Conflitto Mondiale” nella Sala degli Arazzi di Palazzo Marino, sede del Municipio milanese. Anna Maria Crasti (Vicepresidente dell’ANVGD Milano) illustrerà tale significativo excursus sulla storia del confine orientale italiano, allestito a cura dell’Arch. Massimiliano Tita e di Alessandro Scardino (Pensiero Visibile). Il percorso espositivo spazia dalle vicende risorgimentali dell’Adriatico orientale all’Esodo passando per le stragi delle Foibe e di Vergarolla e celebra anche gli esuli illustri. Alla luce del successo e dell’interesse suscitati nel 2023, la mostra potrà essere visitata gratuitamente dall’8 al 10 febbraio.

Sabato 10 febbraio, ricorrenza civile del Giorno del Ricordo delle Foibe e dell’Esodo, alle ore 9:30 in Piazza della Repubblica vi saranno un minuto di silenzio e la deposizione di una corona d’alloro presso il monumento agli infoibati ed esuli, progettato da Piero Tarticchio (esule istriano e parente di infoibati), finanziato dalla Fondazione Bracco ed inaugurato dall’amministrazione Sala nel 2020.

Alle ore 11:00 in Sala Alessi a Palazzo Marino (Piazza della Scala, 2) si svolgerà un incontro dedicato al Giorno del Ricordo con gli interventi di Claudio Giraldi (Presidente dell’ANVGD Milano), di Anna Maria Crasti (in rappresentanza di FederEsuli), dell’On. Andrea Mascaretti, grazie al quale sono stati proposti e approvati in Consiglio Comunale questi momenti di commemorazione delle tragedie giuliano-dalmate, e di altri rappresentanti istituzionali.

Lorenzo Salimbeni 
Responsabile comunicazione FederEsuli